Logo Scuola

Chi siamo

 

Il CPIA NAPOLI PROV.1 è istituzione scolastica autonoma dal 01/09/2015, istituita con DGR Campania n. 44/2015. E' finalizzata all'istruzione degli adulti.

La nostra Mission:

− favorire l ’innalzamento del livello d’istruzione degli adulti e dei giovani adulti per il loro pieno ed integrale sviluppo, nella prospettiva dell’apprendimento lungo tutto l’arco della vita, al fine di facilitare l’inserimento nel  mondo del lavoro, ponendosi come luogo aperto d’incontro, scambio e confronto tra mondi e culture diverse;

− riconoscere e permettere l’esercizio del diritto dell'adulto all'educazione e alla formazione permanente,  nonché al conseguimento delle conoscenze, delle abilità e delle competenze necessarie per vivere in una società in forte trasformazione come soggetto attivo e integrato nel nostro sistema sociale al fine di esercitare consapevolmente la cittadinanza attiva;

− favorire  l’inclusione  e  lo  sviluppo  di  un  orizzonte  di  cittadinanza  attiva  per  gli  utenti  di cittadinanza non italiana presenti sul territorio.

 

L’utenza

L’utenza del CPIA Napoli Provincia 1 è rappresentativa, nella sua eterogeneità (età, titolo di studio posseduto, area di provenienza e interessi), della popolazione residente nei territori delle diverse sedi associate: sono presenti tutte le  componenti sociali (casalinghe, disoccupati, lavoratori in mobilità, detenuti, immigrati e giovani usciti prematuramente  dal percorso di istruzione e formazione) che manifestano bisogni diversi e pongono richieste differenziate.

Nel CPIA confluiscono, a partire dai 16 anni compiuti:

− italiani e stranieri, a bassa scolarità, che intendono conseguire il titolo di studio della scuola secondaria di primo grado (ex licenza media);

− italiani e/o stranieri che debbono acquisire la certificazione delle competenze di base connesse all’obbligo di istruzione (area generale del biennio della scuola secondaria di secondo grado come

 previsto   dal   DM   139/2007),  anche ai fini del rientro in formazione per   il conseguimento del diploma di scuola secondaria di secondo grado o per la confluenza nei   percorsi   di   istruzione   e   formazione professionale;

− stranieri che intendono acquisire la conoscenza dell'italiano L2, mediante la frequenza di percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana;

− adulti  che,  oltre  all’acquisizione  delle  competenze  generali  di  base  indispensabili  per  la prosecuzione degli  studi nelle scuole di secondo grado di istruzione, desiderano sviluppare le competenze  chiave  per  l’apprendimento  permanente  necessarie  

    per  lo  sviluppo  personale, la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione;

− utenti ristretti o in area penale esterna. 

 

La rete territoriale del CPIA: i punti di erogazione dei percorsi di primo e secondo livello

Il CPIA  Napoli  Provincia  1 si configura come una rete territoriale di servizio, articolata nei seguenti livelli:

 −  Livello A - unità amministrativa, costituita da una sede centrale amministrativa, sita in via San Pietro n. 56 a  Casavatore (NA) e da nove punti di erogazione (sedi associate) dei percorsi di primo livello e di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana, ubicati nelle scuole sedi degli  ex  CTP,   in   otto comuni   diversi   nell’area   settentrionale   e   occidentale   della  città metropolitana  di  Napoli.  Uno  dei  punti  di  erogazione  è  la  Casa  Circondariale  Femminile  di Pozzuoli, sede di istruzione carceraria.

 

Comune

Sede associata

Indirizzo

Telefono

Ischia

SMS “Giovanni Scotti”

via Mazzella, 117

081991137

Pozzuoli

SSS di 1° grado “G. Diano”

via Solfatara, 32

0815262732

CCF Pozzuoli

SSS di 1° grado “G. Diano”

via Solfatara, 32

0815262732

Giugliano in Campania

 SMS “G. M. Cante”

 via Vaccaro, 21

 0818957779

Afragola

SSS di 1° grado “G. A. Rocco

via Firenze, 16

0818691442

Arzano

IC “1° Don Milani - Ariosto”

via Napoli, 24

0817312977

Casoria

IC “Casoria 3 Carducci - King”

via A. Moro

0817586601

Casavatore

IC “Benedetto Croce”

via B. Croce

0817316637

Grumo Nevano

IC “Matteotti Cirillo”

via Quintavalle

0818333911

Oltre alle sedi associate, caratterizzate da un proprio codice meccanografico, le attività formative vengono erogate anche presso le seguenti sedi didattiche:

      la SMS “Gobetti - De Filippo” di Quarto;

      l'IC "Mitilini" di Casoria;

      la biblioteca comunale di Calvizzano per percorsi di alfabetizzazione in italiano L2. ;

      l’I.C. “Romeo - Cammisa” di Sant’Antimo per percorsi di alfabetizzazione in italiano L2.

 

 −    Livello B - unità didattica, con i sette istituti di istruzione secondaria di secondo grado, dove vengono erogati i  percorsi di secondo livello volti al conseguimento del diploma conclusivo del secondo ciclo di istruzione (individuati con DGR Campania n. 328/2015). Con questi istituti il CPIA, come previsto dalla normativa, ha stipulato un accordo di rete in data 30 settembre 2015, per regolamentare le attività della Commissione per il Patto Formativo Individuale.

 

Comune

Sede operativa (ex corsi serali)

Indirizzo

Telefono

Afragola

ITGI “C.A. Dalla Chiesa”

via Sicilia, 60

0818523161

Saviano

IS “Saviano - Marigliano

Corso Italia, 118

0815110567

Frattamaggiore

ISIS “G. Filangieri”

via Rossini, 106,

0818307302

Giugliano in Campania

IPSIA “G. Marconi”

via G. B. Basile, 39

0818945777

Giugliano in Campania

IIS “G. Minzoni”

via B. Longo

0815061595

Pozzuoli

ITCG “V. Pareto”

via R. Annecchino, 252

0818664962

Casoria

ISIS “A.Torrente”

via Duca d’Aosta, 63/g

0815403858

 

 −    Livello C - unità formativa, che il CPIA può realizzare attraverso accordi, intese, partecipazione ad associazioni  temporanee  di  scopo  con  gli  enti  locali  ed  altri  soggetti  pubblici  e  privati,  con particolare  riferimento  alle  strutture  formative  accreditate  dalle  regioni,  per  l’ampliamento dell’offerta formativa.

 

Il territorio del CPIA NAPOLI PROVINCIA 1

 Il CPIA Napoli Provincia 1 abbraccia un territorio molto  vasto ed eterogeneo, che include ben otto comuni della zona a nord della città metropolitana di Napoli: Afragola,  Arzano, Casavatore,  Casoria, Giugliano, Grumo Nevano, Pozzuoli e Ischia.

 

 

Calvizzano, Quarto e Sant’Antimo sono sedi distaccate  di erogazione del servizio rispettivamente delle sedi associate di Giugliano, Pozzuoli, Casavatore.

 Fatta  eccezione  per  l’isola  di  Ischia,  questo  territorio  si  presenta  come  un  esteso  agglomerato urbano ad alta densità abitativa, costituito da un insieme di comuni originariamente separati tra loro, ciascuno con una propria identità socio-economica e culturale.

L’alta  densità  abitativa,  legata  alla  prima  espansione  edilizia  degli  anni  ’60  e  alla  massiccia immigrazione dalla vicina Napoli, non è stata accompagnata, però, da uno sviluppo infrastrutturale in grado di garantire una buona qualità di vita e di servizi.

La coesistenza di gruppi fra loro economicamente e culturalmente diversi ha generato un tessuto sociale eterogeneo ed una stratificazione di culture sovrapposte e scarsamente amalgamate, a cui si è aggiunta la sempre crescente presenza di cittadini stranieri, molti dei quali non regolari, occupati saltuariamente o in lavori stagionali.

Anche la distribuzione dei cittadini immigrati non è omogenea e ciò è dovuto essenzialmente alle caratteristiche socio-economiche dei diversi comuni (presenza di comunità straniere radicate sul territorio, facilità di trovare un alloggio poco costoso, possibilità di svolgere alcuni tipi di lavoro, esistenza di sistemi di collegamento pubblici).

Ad aggravare questo particolare contesto di disagio economico, in cui il tasso di disoccupazione giovanile è molto alto, con il conseguente accentuarsi di un’economia informale e di altre attività illegali, e   in cui l’imprenditorialità è piuttosto limitata e legata soprattutto ad attività del settore terziario (attività commerciali, laboratori artigianali e piccole imprese), contribuiscono anche la scarsa incidenza di infrastrutture aggregative, l’elevata dispersione scolastica, un diffuso analfabetismo di ritorno, il crescente fenomeno dei NEET (Not in Education, Employment or Training) e il fenomeno, in costante espansione, di flussi migratori.

Caratteristiche   differenti   presenta,   invece,   il   territorio   dell’isola   di   Ischia   con   un’economiaprevalentemente legata al turismo, che offre lavoro stagionale a buona parte della popolazione e che, nell’arco di un ventennio, ha progressivamente soppiantato le tradizionali attività economiche, legate  allo  sfruttamento  delle  risorse  del  suolo,  in  particolare  alla  coltivazione  della  vite  e  alla produzione del vino, e, seppure in maniera minore, alla pesca.

L'Isola d'Ischia è oggi meta consolidata del turismo internazionale, grazie alle sue bellezze naturali, al suo clima, alle risorse idrotermali e alle strutture ricettive alberghiere. Negli ultimi anni, però, anche questo settore ha conosciuto un momento di crisi e attualmente il turismo ischitano non riesce a produrre un indotto sufficiente per generare ricchezza diffusa. A fare le spese di questa congiuntura negativa  sono, in primo luogo, i lavoratori meno qualificati, quelli con titoli di studio più bassi, che devono cedere il passo ai più giovani in grado di muoversi meglio in una società e in un turismo ormai informatizzato.

Sul piano della composizione sociale, Ischia registra un progressivo aumento di stranieri provenienti da tutte le parti  del mondo: i dati (fonte: Camera di Commercio) relativi al 2014 parlano di un aumento del 20%, a cui si sommano gli stranieri irregolari.

 

 

 

 

Social

top

Link utili

Wed, Dec, 2018
CPIA Napoli Provincia 1

HTML Validato con W3C
RSS Validato con W3C
CSS Validato con W3C
Cookie Policy

Contatti

CPIA NAPOLI PROVINCIA 1
Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti
Via S. Pietro, 56 - 80020 Casavatore (NA)
C.F.: 93062780635
Mail: namm0cr008@istruzione.it
PEC: namm0cr008@pec.istruzione.it
Cod. Meccanografico: NAMM0CR008
© 2016 Design a cura della Sares s.r.l. / Web site v.1.2 - P.IVA: 05791401218 / Via Melisurgo, 15 80133 (NA)